Home Puglia Coldiretti Puglia lancia l’allarme per il florovivaismo pugliese

Coldiretti Puglia lancia l’allarme per il florovivaismo pugliese

Il crack del florovivaismo pugliese sta mettendo preoccupazione, a lanciare l’allarme è Coldiretti.

Per scongiurare il crack del florovivaismo pugliese Coldiretti Puglia ha lanciato un appello alla popolazione e ha detto che San Valentino è una buona occasione per venire incontro ad un settore che è in forte crisi. L’emergenza Covid ha stroncato molte attività e il settore sta vivendo un momento molto drastico, compromesso anche dalle restrizioni che non hanno favorito la vendita dei fiori. Si prevede un crack da ben 120 milioni di euro per il settore pugliese, e l’ultimo anno ha complicato le cose. Alla vigilia della festa degli innamorati Coldiretti asserisce che acquistare fiori sarà un aiuto per il settore.

In forte crisi il florovivaismo pugliese

Il settore del florovivaismo pugliese come ogni anno attende le feste per poter lavorare di più e anche quest’anno la festa di San Valentino è una buona occasione per dare una boccata d’ossigeno alle aziende che con questa crisi stanno passando un brutto momento. Coldiretti Puglia si è mobilitata per intraprendere delle iniziative mirate a sostenere le aziende del settore dando appuntamenti nelle fattorie, nei vivai e negli agriturismi dove potranno recarsi gli innamorati per gustare menu speciali. Anche al mercato contadino di Campagna Amica di Piazza Bottazzi a Lecce Coldiretti ha intrapreso delle iniziative riguardanti il settore dei fiori.

Misure anti virus hanno penalizzato il settore

Coldiretti Puglia ha ribadito che la festa di San Valentino rappresenta quest’anno il primo appuntamento tradizionale per far ripartire il florovivaismo pugliese. Acquistando piante e fiori le persone potranno dare un grosso contributo alle aziende del settore che stanno attraversando un periodo molto critico e nel quale sono a rischio molti posti di lavoro. A causa della pandemia il settore florovivaistico ha pagato un prezzo molto pesante e addirittura senza precedenti nella storia italiana. L’effetto delle misure anti virus ha eliminato fiere ed eventi di ogni genere, togliendo tanto lavoro alle aziende e azzerando le entrate di moltissime attività.

Exit mobile version