Home Magazine L’attore Raoul Bova ha aperto una masseria in Puglia

L’attore Raoul Bova ha aperto una masseria in Puglia

Il sogno di aprire una masseria in Puglia per Raoul Bova è diventato realtà. La masseria si trova tra Fasano e Ostuni, vicino le spiagge del Mar Adriatico, in un’oasi di paradiso.

Masseria San Giovanni

PUGLIA – Da sempre innamorato della Puglia, Raoul Bova ha coltivato il sogno di aprire una masseria, sogno che finalmente si è trasformato in realtà. Immersa nelle campagne tra Ostuni e Fasano, la Masseria San Giovanni dell’attore è una splendida fortezza bianca, piccola ma elegante, circondata da aranceti, uliveti secolari e magnifici arbusti di rosmarino. Riservata a pochi ospiti, è una vera oasi di benessere e consente di vivere un’esperienza straordinaria in un territorio unico.

La masseria di Raoul Bova ha anche la piscina

In questa magnifica dimora non poteva mancare la piscina, stretta e lunga, attorno alla quale vengono serviti la colazione, il pranzo e la cena. Risalente al 1600, la masseria di Raoul Bova è stata oggetto di un intenso restauro, che ha previsto però la conservazione della struttura e le finiture eseguite con materiali e dettagli originari. La struttura possiede 15 camere, di cui 5 suite, curate nei dettagli e impreziosite da oggetti chic e particolari tessili esclusivi. Gli interni sono realizzati in stile contemporaneo, con toni country e tonalità tenue, assolutamente rilassanti. La presenza di una deliziosa chiesetta rende questa location un posto speciale per i matrimoni

Le volte a botta della masseria di Raoul Bova ristrutturate

Oltre al fascino degli arredi minimal e l’atmosfera accogliente e rilassante, ad infondere una sorta di magia alla masseria sono anche le volte a botte, ristrutturate con cura per dare agli ambienti un effetto speciale. La bellezza del tufo leccese color miele appaga la vista e i sensi e offre ai visitatori un’esperienza sensoriale davvero fantastica. La masseria acquisisce ancora più fascino vista la presenza del coloratissimo agrumeto, mentre la cucina tipica pugliese, a chilometro zero, è il fiore all’occhiello della masseria.

Exit mobile version