Leonardo SpA: investe in Campania, ma non sui 4 siti pugliesi

Al momento Leonardo SpA sta investendo in Campania sul sito che si trova a Pomigliano D'Arco. Per Borraccino però, dovrebbe investire e far crescere anche i siti pugliesi.

L’assessore alla sviluppo economico della Regione Puglia, Mino Borraccino, fa sapere all’interno di una nota che: Leonardo SpA sul suo sito di Pomigliano D’Arco prevede un investimento pari a 100 milioni di euro in totale, che serviranno per l’installazione di un Campus Aerotech in collaborazione con l’Università di Napoli.

L’assessore afferma che il potenziamento del sito che si trova a Pomigliano è una certezza, ma dice che è necessario anche favorire la crescita dei quattro siti che sono presenti in Puglia. Infatti, Borraccino ci tiene a ricordare che la Regione Puglia crede molto nella collaborazione con la Leonardo SpA e di recente è stato anche risolto un problema che era in atto nel campo della viabilità e trasporto per i lavoratori impiegati nello stabilimento di Brindisi, con un’investimento di più di 700 mila euro del bilancio della Regione. 

Per questo motivo l’assessore ritiene che si debba stringere una collaborazione sempre più attiva fra la Regione Puglia e Leonardo, anche se l’azienda non sembra essere realmente intenzionata ad effettuare investimenti nella nostra regione, nonostante durante le riunioni ufficiali fossero stati prospettati due contratti di programma dal valore di 28 milioni d’euro per i siti di Foggia e Grottaglie. 

Per questo motivo, l’assessore ha invitato con una nota formale la Leonardo SpA al fine di sottoscrivere un patto strategico tra la società e la regione Puglia, dato che ad un anno di distanza dai contatti avuti con Leonardo SpA non è stata presentata alcuna richiesta di cofinanziamento a Puglia Sviluppo.

La Regione Puglia dunque, ribadisce nuovamente la sua disponibilità nell’assicurare un cofinanziamento dei vari contratti di programma, specialmente quelli nell’ambito dei progetti per lo Sviluppo e la Ricerca, come quelli dedicati ai nuovi materiali e al lavoro sull’Intelligenza Artificiale.