Linea Verde Estate racconta i sapori della Puglia del nord

Una puntata di Linea Verde Estate interamente dedicata alla Puglia e alle sue bellezze, andrà in onda domenica 16 agosto

0
129
burrata pugliese

Domenica 16 agosto andrà in onda la puntata di Linea Verde Estate completamente dedicata alla Puglia. Nella trasmissione in onda su Raiuno si parlerà della bellezza del territorio con i presentatori Angela Rafanelli e Marco Bianchi. Sarà tutto concentrato nella parte nord della Regione dove i due conduttori mostreranno la creazione dei prodotti per ottenere i sapori e i simboli delle tradizioni di questo territorio, in modo da accontentare anche i palati più esigenti. Tra i sapori che si andranno a esplorare, quelli di vaniglia, cioccolato e cannella partendo dalla conoscenza delle materie prime.

La Puglia e la tradizione enogastronomica

La tradizione enogastronomica della Puglia è una di quelle più ricche di tutta Italia. Innanzitutto, vi è la lavorazione delle mozzarelle e della burrata, prodotte con latte vaccino. Si punta ad uno standard di qualità che garantisce la digeribilità. Oltre alla burrata ci sono anche la stracciatella e i nodini. In particolare, nella trasmissione si seguirà la produzione ad Andria, in una storica latteria. Sempre nella stessa città, si farà conoscere ai telespettatori anche la tradizione nella produzione di confetti che è iniziata negli anni cinquanta e va avanti da generazioni, passando di padre in figlio.

Le tradizioni Pugliesi

A Minervino Murge invece, i due presentatori saranno in un Atelier del gusto per spiegare come si producono cibi della tradizione, secondo i principi dell’agricoltura sinergica, della biodiversità ed ecosostenibilità. Dai latticini, anche la coltivazione dell’orzo  e dell’avena: ad esempio, la raccolta di piselli, di lenticchie e di fave. In più sarà anche l’occasione per mostrare le saline di Margherita di Savoia, vera ricchezza della Puglia. Con ina produzione di circa 6 milioni di quintali di sale, queste saline sono alcune delle più importanti d’Italia, ancora oggi.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui