Reddito di cittadinanza, boom in Puglia

Reddito di cittadinanza, superato il terzo anno di vita continua a dare sostegno a tutti i cittadini in difficoltà economica tralasciando i furbetti che come si sa, non mancano mai.

Reddito di Cittadinanza

In Puglia il reddito di cittadinanza fa furore, è molto diffuso e richiesto. Infatti ad oggi la regione occupa il quinto posto in classifica, segue la Campania, la Sicilia, il Lazio e la Lombardia. Secondo l’analisi dei dati diffusi dall’INPS per il primo trimestre 2022 i beneficiari in Puglia sono stati 124.866, oltre 298 mila persone ricevono un importo pari a €584.

Reddito di cittadinanza, i parametri di assegnazione

Le famiglie a cui viene erogato il reddito di cittadinanza non ricevono tutte la stessa somma. L’importo varia in base a tanti parametri, primo tra tutti l’ISEE del nucleo familiare, poi il numero dei componenti ed i figli a carico. In Puglia la provincia in cui viene erogato un importo medio mensile elevato e Taranto dove ogni famiglia riceve più o meno un sussidio di €600. I nuclei familiari con minori ricevono €672. Il 60% delle domande sono state presentate dalle donne di età media tra 25 e 40 anni. Poi c’è il 61% che ha più di 40 anni. Questo dimostra che la gran parte delle persone che lo richiedono sono quelle che hanno più anni di disoccupazione e che oggi faticano a trovare lavoro a causa della crisi.

I dati nazionali e regionali

L’Inps conferma che sia a livello nazionale che regionale, il sostegno e la disoccupazione sono due facce della stessa medaglia. La disoccupazione, si sa, è un fenomeno molto forte soprattutto nel Mezzogiorno. Lo conferma anche l’ Ufficio statistico dell’Unione europea secondo cui quattro regioni italiane sono tra le peggiori per tasso di occupazione in tutta l’Unione Europea. Si tratta di Sicilia che ha un tasso di occupazione tra i 15 e i 64 anni del 41,1%, segue la Campania con il 41,3%, la Calabria con il 42% e la Puglia con il 46,7%. Invece il tasso medio per l’Ue a 27 è del 68,4%.