TRANI – La scossa di terremoto di magnitudo 3.9, registrata verso le 10:13 di ieri, 21 maggio, ha causato molta paura e ha riversato la gente per strada.

Nonostante, non fosse di grossa intensità, si sono registrati danni nella zona fra Andria e Barletta. A Trani è crollata una chiesa e vi sono stati danni anche agli edifici pubblici.

Nessuna persona, fortunatamente, è stata coinvolta e per via precauzionale sono state evacuate le scuole.

L’Istituto Nazionale di Geofisica e Vulcanologia ha riferito che l’epicentro è stato a circa 34 chilometri di profondità e ciò ha fatto si che i danni fossero relativamente contenuti, ma il raggio di azione propagato in molte zone della Puglia: Barletta, Andria, Trani, Cerignola, Modugno, Bisceglie, Corato, Molfetta, Altamura e Trani. La scossa di terremoto è stata avvertita anche in Campania e in Albania.

Per sicurezza le scuole sono rimaste chiuse anche oggi.