Tommaso Isella ferito il 5 agosto, torna a casa dalla Puglia

Tommaso Isella

Tommaso Isella incidente

Tommaso Isella Inizierà la riabilitazione la prossima settimana dopo aver riportato lesioni a seguito di un tuffo alla Baia dei Turchi. Il 21enne si è fratturato due vertebre cervicali a causa di un volo di circa quattro metri. Alla fine del volo è entrato in acqua tra l’altro senza nemmeno protezioni alla testa. Una volta caduto è rimasto subito immobile. Dopo l’incidente ha lottato per riprendersi e anche se adesso ha davanti a sé molta strada da fare per guarire, ci sono ottime speranze che possa ritornare alla vita di sempre senza alcun disagio o limite. Il percorso di fisioterapia sarà per lui molto lungo.

Tommaso Isella, l’incoraggiamento del padre e dei medici

Il rientro in Lombardia lo ha reso più ottimista di prima, il papà, Matteo Isella, ha detto che il figlio, Tommaso Isella, sarà seguito attentamente da professionisti, a Villa Beretta a Costa Masnaga. Ha già dato segnali positivi, incoraggianti. È stato operato per fissare due vertebre la C3 e la C4, dopo l’intervento ha mosso le dita della mano destra. I primi passi avanti evidenziano una situazione del tutto migliorata, anche se almeno per ora il giovane non riesce a stare in piedi. Avverte gli stimoli sulle dita della mano destra e riesce anche ad alzare il braccio. Gli arti del lato sinistro riprenderanno presto la loro normale funzione, ma non bisogna avere fretta.

Le risposte positive alla terapia

L’unico problema è dato dal braccio destro, ci sono lievi miglioramenti, ma nulla di definitivo. Per cui i medici scelgono di non sbilanciarsi per non creare false speranze. Il suo desiderio più grande è riprendersi prima possibile, per questo sta lavorando sodo giornalmente. L’incidente alla Baia dei Turchi rimarrà soltanto un lontano e triste ricordo.