Home Salute e Benessere Alimentazione Cibi light da includere nella tua dieta se hai problemi di digestione

Cibi light da includere nella tua dieta se hai problemi di digestione

Cibi light nella dieta per problemi di digestione

Per alcuni di noi il buon cibo non rappresenta sempre un piacere ma, delle volte, può addirittura trasformarsi in un incubo. Piatti che contengono molti grassi e che sono piuttosto pesanti da digerire possono farci accusare diversi problemi, tra cui dolore allo stomaco, gonfiore addominale e flatulenza. Per questi motivi è essenziale assumere cibi leggeri che favoriscano una corretta digestione e che non ci appesantiscano troppo. Se infatti i nostri problemi di stomaco diventano ricorrenti potremmo incorrere in una gastrite cronica, che è sempre meglio evitare se si vuol vivere serenamente. Vediamo, quindi, alcuni cibi light da inserire nella dieta per trasformare ogni pasto in un piacere per il nostro stomaco e non in una tortura.

Cosa si intende per cibi light

Occorre innanzitutto precisare cosa significa light. Per quanto riguarda i cibi, intendiamo tutti quelli con basso contenuto di grassi e zuccheri, sostanze che danno tanta energia ma anche parecchi problemi se assunte in quantità eccessiva. In secondo luogo, è importante anche dire che assumere cibi leggeri non vuol dire aumentare le dosi; si rischierebbe, in questo modo, solo di continuare ad avere problemi di digestione e di gastrite cronica. Ma ora entriamo nel dettaglio dei cibi più leggeri e vediamone alcuni per categorie.

Formaggi light

È facile associare il formaggio a un cibo piuttosto pesante. Tuttavia, alcuni di essi sono appositamente prodotti per essere digeriti più facilmente e hanno un ridotto contenuto di grassi. Li si può chiamare anche con il nome di formaggi magri ma questo non vuol dire che siano utili per perdere peso; l’aggettivo viene solo usato in contrapposizione alla parola “grasso”. I formaggi light più comuni sono:

  • fiocchi di latte;
  • mozzarella;
  • stracchino;
  • parmigiano;
  • ricotta.

Verdure light

Per le verdure, invece, vale il discorso contrario rispetto a quello fatto per i formaggi: vengono spesso definiti come cibi piuttosto leggeri ma non è sempre così. Alcune di esse, se assunte in grande quantità, potrebbero causare problemi di stomaco e intestinali, anche se il loro apporto calorico è generalmente molto basso. Tra le verdure più leggere citiamo:

  • asparagi;
  • cavolfiore;
  • sedano;
  • cetriolo;
  • finocchio;
  • broccoli.

Frutta light

Occorre fare una premessa: la frutta contiene molti zuccheri e, in base a quanto detto, non dovrebbe essere considerata un cibo light. Tuttavia, ci sono alcuni frutti con basso contenuto zuccherino che possono fare al caso nostro. Inoltre, solo alcuni frutti contengono saccarosio (classico zucchero bianco o di canna) e in quantità minime; gli zuccheri semplici presenti nella polpa di ogni frutto (glucosio e fruttosio) sono più leggeri di quelli che utilizziamo per dolcificare il caffè o per preparare dolci come le crostate di frutta. Parlando di tipologie di frutti che possono essere considerati light possiamo inserire nella lista:

  • mela;
  • pera;
  • mango;
  • ananas;
  • pesca;
  • mirtilli;
  • uva.

Altri Cibi light

Naturalmente, vanno inserirti tra i cibi leggeri anche la carne e il pesce. Qui, semmai, occorre stare attenti ai condimenti che li accompagnano poiché è proprio lì che si nascondono le insidie maggiori.

Exit mobile version