Come combattere l’afa e quali sono i rimedi più efficaci

Ci risiamo: con il ritorno dell’estate tornano anche a bollire le temperature, con tutte le conseguenze che l’afa si porta dietro. Ecco come reagire (e resistere).

afa come combatterla

Chi odia l’estate è principalmente a causa del gran caldo che, soprattutto in Italia, si può soffrire. Le elevate temperature e il clima pesante riconducono a un solo nome: afa. Quali sono i rimedi più efficaci che si possono usare per contrastare le conseguenze del gran calore e delle temperature bollenti, soprattutto considerando gli effetti a livello fisico e psicologico? L’aria condizionata, potrebbe rispondere qualcuno, ma è altrettanto vero che l’aria condizionata è mal sopportata da diverse persone che soffrono di mal di testa o di gola appena si accende l’aria fresca. In verità questo avviene perché l’aria condizionata viene utilizzata male, ma su questo ci torneremo in seguito. Cerchiamo di capire come resistere in modo efficace all’afa, bypassando i soliti “consigli da telegiornale” che ogni anno richiamano con i loro servizi.

Come combattere l’afa con la nutrizione

Bere molta acqua, mangiare frutta e verdura (ed evitare di uscire nelle ore più calde): sono questi i consigli e le raccomandazioni propinate ogni anno. Sono consigli veri e logici, ma cerchiamo di aggiungere qualche informazione in più. Innanzitutto dovreste preferire il tè al caffè, soprattutto di mattina, e mangiare la colazione, abbondante e ricca di energie che poi brucerete nel corso della giornata. Anche per questo motivo la colazione è il pasto più importante del giorno, perché vi carica di energie che poi brucerete durante il giorno e dunque non si accumuleranno nelle fasi di “sosta”.

Frutta e verdura vanno consumati così, freschi, nudi e crudi, oppure spremute in centrifughe, un concentrato di vitamine che vi aiuterà a sopportare il gran caldo e ad avere l’energia di cui avrete bisogno. A pranzo non si può rinunciare ai carboidrati e in questo senso una classica pasta fredda è perfetta. Non dimenticate la merenda, che può essere occupata da una frutta, mentre a cena è meglio non esagerare, né mangiare cibi troppo pensati. Per combattere l’afa, inoltre, riducete zucchero e sale ed evitate l’alcol e, ancor di più, i superalcolici.

Magnesio, potassio e sali minerali: parlate con il vostro medico di fiducia per valutare se abbiate bisogno di questi ingredienti per compensare eventuali mancanze durante la giornata. Sicuramente saprà indirizzarvi verso i giusti integratori che potranno essere di aiuto al vostro organismo.

Rimedi contro l’afa: il dilemma dell’aria condizionata

L’aria condizionata fa male? Sì, se usata nel modo sbagliato. A volte l’afa è così insopportabile che chi può permettersi di accendere un ventilatore o un condizionatore non ci pensa due volte. È l’unico modo per combattere l’afa e non consentire al gran caldo di entrare nella casa, soprattutto se si è in gravidanza o si hanno bambini piccoli, o generalmente se si soffre parecchio il caldo.

Il trucco per non sentire gli effetti collaterali dell’aria condizionata è quello di non esagerare (come in tutte le cose della vita dopotutto) e regolare la temperatura interna a seconda di come fa all’esterno. Ad esempio, se fuori fa 38 gradi e dentro impostiamo il condizionatore a 18 gradi, lo scarto termico è impressionante e avrà conseguenze serie sul nostro organismo. È come se passassimo improvvisamente da 10 a 30 gradi, semplicemente uscendo da una porta. Il classico “tempo da malanno” e infatti alla fine il malanno arriva. Sia che siate in auto, sia che siate in ufficio o a casa, non esagerate con le basse temperature, preferite invece quelle di media portata, come 24 o 25 gradi, in modo tale che lo scarto termico tra interno ed esterno sia attenuato e che non soffriate troppo la differenza di temperatura programmata e temperatura reale.

Se siete in casa, inoltre, e avete diversi apparecchi in più stanze, fate rinfrescare l’ambiente in cui non siete, in modo tale che l’aria circoli all’interno della casa, ma allo stesso tempo non vi arrivi troppo addosso.

Potrebbe interessarti – Bonus condizionatori 2021: come ottenerlo e quali requisiti bisogna avere

Altri accorgimenti da seguire per contrastare l’afa

Se siete amanti del bagno e indossate spesso la vostra vasca, d’estate forse dovreste preferirle la doccia, a una temperatura tiepida fredda, perché è più rinfrescante.

Per quanto riguarda il sempiterno consiglio di bere molta acqua, seguitelo: durante il giorno perdete liquidi attraverso il sudore e quindi il corpo ha bisogno di un’adeguata ed equilibrata idratazione. Bevete molto durante la giornata (evitate bevande gassate o alcolici): preferite l’acqua naturale, dunque, meglio se a temperatura ambiente.

Infine è particolarmente sconsigliato uscire nelle ore più calde della giornata, ovvero nella fascia oraria compresa tra le 11 e le 18. In caso di uscita in questi orari, per ragioni di lavoro o altra necessità, è bene usare creme solari protettive (le spalmabili sono meglio degli spray) soprattutto se avete la pelle delicata e occhiali da sole per proteggere gli occhi.