Campagna di sensibilizzazione alla donazione degli organi avviata dall’Asl Taranto

Coinvolte le scuole del territorio.

0
129

TARANTO – L’importanza della donazione è stata illustrata in un incontro organizzato dalla Struttura di Comunicazione e Informazione Istituzionale dell’Azienda Sanitaria.

Presso l’Auditorium del Padiglione Vinci dell’Ospedale SS.Annunziata di Taranto, è stata avviata la campagna con la presentazione di materiale illustrativo rivolto alle scuole secondarie di secondo grado di Taranto e provincia.

Sonon state due le scuole coinvolte in questo progetto della Asl di Taranto sulla cultura della donazione: l’Istituto Pitagora e il liceo Archita.
Obiettivo di questa campagna è quello di coinvolgere quante più scuole possibili.

Nel prossimo anno scolastico, si intende avviare lo stesso progetto, coinvolgendo cinquanta scuole di Taranto e provincia.

La Campagna di informazione e sensibilizzazione, è stata avviata perché si è sentita la necessità d’informare i ragazzi così giovani che hanno la facoltà di poter decidere durante la vita se divenire donatori di organi. 

All’importante incontro erano presenti medici, psicologi e sociologi assieme ai volontari dell’AIDO.

L’importanza della donazione.

La Presidente dell’AIDO, Giorgia Dipaola ha sottolineato l’importanza di diffondere la cultura della donazione. Un donatore può salvare non una, ma molte vite. Oggi ci sono tante persone in lista d’attesa e in mancanza dell’organo sano, la loro percentuale di sopravvivenza diventa bassissima.

Molte di queste persone rischiano di non arrivare al trapianto, perché le attese sono davvero molto lunghe a causa di pochi donatori.

Nell’Ospedale SS Annunziata di Taranto è stato effettuato il primo prelievo di organo, 30anni fa e solo recentemente è stato fatto il primo prelievo multiorgano.

Consenso al prelievo.

La Asl di Taranto avvia la Campagna di informazione rivolta ai giovani sia sensibilizzandoli alla donazione spiegandone l’importanza, sia chiarendo le modalità per esprimere il consenso al prelievo.

E’ molto facile, basta dare il consenso al momento dell’emissione della Carta d’identità. Un semplice atto, che diventa prezioso.

Nel corso della Conferenza stampa, erano presenti il direttore dell’Asl, Stefano Rossi, il Direttore della Struttura di comunicazione, Vito Giovannetti. Naturalmente il dottor Pasquale Massimilla che coordina l’equipe degli espianti del SS Annnunziata.

Durante l’incontro, si è parlato di quanto una campagna su questo tema sia molto utile, considerando i dati forniti dell’ultimo rapporto del Ministero della Salute. La regione Puglia è tra le ultime in Italia nella donazione degli organi e al primo posto per opposizione alla stessa.

Questi dati sono la dimostrazione che non esiste un’informazione corretta, sia sulla sua importanza che sulle modalità di esprimere il consenso.

I ragazzi del servizio civile, in due progetti dall’ ASL e dall’ARCI – Taranto, collaboreranno attivamente alla diffusione del materiale informativo nelle scuole.