Come avere i capelli sani: cosa mangiare e altri accorgimenti

Prima della prova costume per l’estate c’è la prova capelli sani per la primavera: cosa mangiare e quali accorgimenti usare per avere i capelli forti e senza problemi.

capelli sani

Prima della prova costume per l’estate, c’è la prova capelli sani per la primavera. Questo perché in tale stagione si nota sovente un aumento della caduta dei capelli. Per questo motivo, per non farsi trovare impreparati, è bene pensare a capelli forti e a renderli sani, evitandone la caduta. Non c’è nulla di cui preoccuparsi: la reazione della primavera sui nostri capelli è una conseguenza naturale del cambio di stagione, che coinvolge tutto il corpo, ma che evidentemente potrebbe notarsi di più sulla nostra testa. Come ha spiegato la dermatologa dott.ssa Isabella Gallerani su wondernetmag.com, l’aumento delle ore di luce provoca uno stimolo agli ormoni regolatori del ciclo del capello, incrementandone di conseguenza la caduta. Inoltre, “tale perdita può essere vista anche come una eredità ancestrale del processo di muta tipica dei mammiferi”.

Cosa mangiare per avere i capelli sani e belli

Capelli sani cosa mangiare? La dermatologia che opera sul portale MioDottore afferma che i “cibi ricchi di amminoacidi solforati (cisteina e metionina), vitamine B, C, E, zinco e ferro sembrano apportare benefici per la crescita dei capelli”: a dare un contributo fondamentale è il ruolo di vitamine e minerali. Di rilevante importanza sono anche le proteine, perché contribuiscono alla formazione e al consolidamento di unghie e capelli. La migliore dieta per il nostro cuoio capelluto, quindi, è composta da carne e pesce, uova e latticini. Ma anche altri alimenti come legumi, frutta secca, verdure a foglia verde, arachidi, soia e cereali integrali. Tali sostanze è possibile reperirle anche in appositi integratori.

Leggi – La dieta del limone fa bene? Ecco quanto dura: benefici e controindicazioni

Altri accorgimenti da usare per avere capelli sani e forti

Non bisogna lavare troppo i capelli, altrimenti si rischia di rovinarli. È lo stesso principio per cui non è bene per il nostro corpo fare più docce nello stesso giorno. Consideriamo soprattutto che quando si lavano i capelli, ne cadono fino a 250 a lavaggio, mentre normalmente (senza lavaggio) ne cadono circa un centinaio. A ogni modo, quando si fa lo shampoo, è bene usare un prodotto che si adatti alle caratteristiche dei nostri capelli e che non sia troppo aggressivo, alternandolo magari a un altro prodotto.

Inoltre è consigliabile non usare prodotti come lacca, gel o spume, al fine di rendere il capello più naturale. Quest’ultimo, inoltre, può essere liberato dallo stress generato dall’utilizzo di piastre o phon: senza questi strumenti, il capello ne uscirà rafforzato.

Un altro aspetto che torna sempre quando si parla di problemi a cui non sappiamo dare una causa concreta è lo stress: l’ansia e le situazioni di stress, infatti, contribuiscono alla caduta dei capelli, pertanto è bene cercare di riposare il nostro organismo, soprattutto nel periodo del cambiamento dell’ora, e quindi con l’arrivo effettivo della primavera e l’aumento delle ore di luce durante la giornata.