L’influenza quest’anno arriva in anticipo. Meglio ricorrere al vaccino

Si prevede una lunga stagione influenzale.

Sarà una lunga stagione influenzale. Meglio fare il vaccino
Riconoscimento Editoriale: Pixnio.com

SALUTE E BENESSERE – Solitamente, sotto le feste natalizie molti bambini sono a letto con l’influenza, ma quest’anno non sarà così. Fa ancora caldo e i virus sono già arrivati. Gli esperti prevedono una lunga stagione influenzale.

Le scuole si sono riaperte soltanto da un paio di settimane e le giornate sono ancora molto calde, eppure molti bambini, ma anche gli anziani, sono stati colpiti dai virus influenzali.

In tutta Italia sono molte le persone a letto con la febbre e anche nel sud Italia, come Puglia e Sicilia, molti sono ricorsi alle cure mediche.

E’ pesante restare a letto, specie con le temperature anomale di questi giorni che hanno fatto venir voglia di qualche tuffo al mare.

Si prevede una lunga stagione influenzale, meglio ricorrere al vaccino

Il Professor Fabrizio Pregliasco dell’Università di Milano afferma che si prevedono 6 milioni di italiani colpiti dai virus influenzali e se già ci sono i primi fenomeni quando il mese di settembre non è ancora terminato, sarà una lunga stagione influenzale con non pochi disagi.

Altri 8 milioni di italiani saranno attaccati da altri 262 tipi di virus simil-influenzali.
Il primo virus ha colpito una bambina di sei anni a Parma. Si tratta del tipo B, ma è solo uno dei quattro che nella prossima stagione circoleranno e che sono compresi nel vaccino 2019-2020.

La stagione delle vaccinazioni inizierà il 15 ottobre

Meglio ricorrere al vaccino e il medico di famiglia lo avrà a disposizione dei pazienti da metà ottobre. Pregliasco consiglia di provvedere prima che si manifestino i primi fenomeni influenzali.

Anziani, bambini e soggetti con particolari patologie è bene che ne usufruiscano, specialmente quest’anno che nonostante i virus influenzali saranno meno aggressivi, si presenteranno più insidiosi.

Gli esperti informano che si sono diffuse due nuove varianti dei virus che hanno una maggior capacità di diffondersi e possono dare esiti fatali. Si tratta dell’H1N1 che colpisce i bambini piccoli e l’H3N2 a cui sono più soggetti gli anziani e i soggetti fragili.

Assosalute consiglia di consultare il medico, di stare a riposo e di fare una corretta alimentazione.