Intervento innovativo a Taranto, “miracoli” sulla colonna vertebrale

A Taranto un intervento innovativo sulla colonna vertebrale grazie al nuovo sistema messo in campo al S.S. Annunziata

0
317
Intervento innovativo a Taranto, “miracoli” sulla colonna vertebrale

TARANTO – Nei giorni scorsi a Taranto c’è stato un intervento innovativo sulla colonna vertebrale. Nel reparto di ortopedia e traumatologia dell’ospedale Santissima Annunziata di Taranto, il dottor Lorenzo Scialpi insieme al medico Stefano Carlucci, hanno eseguito un intervento di stabilizzazione vertebrale mediante procedura Xlif Extreme Laterale Interbody Fusion. Il dottor Carlucci infatti, è uno dei pochi ortopedici in tutto il mondo ad effettuare questo tipo di intervento ed in particolare, in Puglia è uno dei pochi. Ha fatto questa operazione su tre livelli, ovvero su tre dischi in maniera contemporanea. La diagnosi a cui ha lavorato era la scoliosi dell’adulto, ovvero un tipo di scoliosi che il paziente sviluppa per le discopatie in età adulta.

Il caso e l’intervento innovativo a Taranto

L’intervento innovativo a Taranto si è tenuto su una paziente che oltretutto, aveva anche uno squilibrio sagittale e che gli dava un aspetto a ginocchia flesse, con il busto inclinato in avanti. Questo elemento comportava anche una serie di problemi di deambulazione, una ridotta autonomia di marcia e tanti dolori. Ecco perché la paziente aveva consultato diversi specialisti ma alla fine tutti le avevano detto che non era operabile. Invece, il dottor Carlucci di Taranto ha fatto l’operazione che è riuscita anche nel migliore dei modi. La procedura Xlif infatti è completamente nuova del settore, ma promette risultati eccellenti.

Come funziona la nuova procedura di operazione

Lo speciale intervento innovativo fatto a Taranto, permette di intervenire su dei casi che invece prima venivano definiti inoperabili. Generalmente la degenza del reparto è di circa 4 giorni e si può mettere in piedi quasi subito. L’intervento avviene sotto l’attento neuro monitoraggio costante perché comunque ci possono essere delle conseguenze che vanno tenute sotto controllo. Ad oggi, rappresenta una vera svolta nel mondo della chirurgia ortopedica.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui