Arca Ionica e Regione Puglia investono sulla rigenerazione urbana e sul turismo

Arca Ionica in collaborazione con la Regione Puglia punta tutto sulle attività culturali e sul turismo dopo aver ottenuto finanziamenti da 853 milioni. 

0
103
Arca Ionica Regione Puglia investono rigenerazione urbana turismo

Per Arca Ionica e Regione i soldi dovranno essere utilizzati per mettere in atto i processi di rigenerazione urbana al fine di ridurre il disagio abitativo e permettere ai turisti di visitare delle città in cui la civiltà la fa da padrona.

Arca Ionica si prepara a cambiare il suo aspetto in favore del turismo e non solo

Arca Ionica ed altre città della Puglia non possono permettersi di perdere quest’occasione che potrebbe rivelarsi l’unica per intervenire sulla trasformazione urbana.

Mediante i soldi del finanziamento regionale si potrà oltre che cambiare volto alle città che richiedono rapidi interventi anche dare la possibilità di lavorare a tutti i cantieri edili. In questo periodo storico tanto difficile i lavori sono diminuiti e molte aziende sono fallite, occasione imperdibile per cercare di iniziare una piccola fase di ripresa.

Passi avanti verso una modernità che sembrava astratta

A breve quindi sarà rigenerato il tessuto sociale, arricchita la cultura, tutti i luoghi esterni ed interni saranno abbelliti e curati come meritano. Insomma  il territorio pugliese acquisirà valore senza consumare altro suolo. L’insieme di innovazione e sostenibilità potrà portare a casa un grande aumento di turisti che in visita a Taranto e in tutte le città ed i quartieri pugliesi hanno sempre criticato il disagio, come anche lo stato di abbandono degli edifici e del verde.

Ma ciò che conta è il progetto di riqualificazione urbana green che è in atto. Arca Ionica e tutti i comuni interessati dagli interventi sono pronti a riprogettare gli spazi esterni, iniziando dalle aree verdi attrezzate, dai nuovi parchi, dalle tante strutture adibite alla vita sociale. Il tutto comprende anche interventi di efficientamento energetico. E così finalmente la popolazione pugliese vedrà concretizzare un progetto che sembrava essere soltanto frutto di fantasia ed immaginazione.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui