Città Vecchia in via di rilancio con turismo e commercio: il progetto di riqualificazione

Il progetto di rilancio della Città Vecchia di Taranto passa per il turismo e il commercio, con una serie di misure illustrate dal sindaco Rinaldo Melucci e dai suoi assessori.

Città Vecchia a Taranto

L’amministrazione Melucci pensa al rilancio di Taranto e del suo quartiere storico, Città Vecchia, attraverso una serie di misure e iniziative legate al turismo, alla cultura e al commercio. È quanto è stato illustrato nella giornata di giovedì 27 maggio dal sindaco di Taranto Rinaldo Melucci e dagli assessori Francesca Viggiano (Patrimonio), Ubaldo Occhinegro (Urbanistica) e Fabrizio Manzulli (Sviluppo Economico). Obiettivo: ripopolare il quartiere tramite una serie di provvedimenti.

Il rilancio di Città Vecchia Taranto

Prima di tutto sarà pubblicato un bando per la concessione in locazione degli immobili comunali che si trovano su via Cava e via Duomo; quindi sarà aggiornato il regolamento edilizio per effettuare deroghe su alcune restrizioni e permettere di realizzare attività anche in locali interrati e seminterrati; infine il provvedimento Taranto Crea, al fine di supportare le imprese culturali e innovative.

“Avevamo interesse a valorizzare gli spazi commerciali e produttivi della Città Vecchia”, ha detto il sindaco Melucci, “in modo da aumentare i servizi e accrescere la qualità della vita dei cittadini del quartiere, che poi è sempre quanto ci ha chiesto la comunità”. Non c’è l’intenzione di musealizzare la Città Vecchia e non è sufficiente attirare gli investimenti se prima non si riesce a creare una osmosi tra vecchi e nuovi residenti. “Sottrarremo al degrado ampie porzioni dell’Isola e la ripopoleremo di buona economia”.

I progetti della misura Taranto Crea “dovranno avere un impatto diretto sulla Città Vecchia e dovranno riguardare l’economia della cultura, la valorizzazione del territorio e il turismo, con un massimale finanziabile di 500 mila euro”, ha spiegato l’assessore Manzulli.