MARTINA FRANCA – Dopo l’introduzione della nuova tassa di soggiorno nei comuni di Castellaneta e Ginosa, anche il Comune di Martina Franca ha scelto d’inserire una tassa di soggiorno per tutti i turisti che soggiorneranno in città. In merito a queste decisioni, la Confcommercio ha deciso di scrivere una nota lunga e dettagliata volta a definire l’uso che dovranno fare i Comuni della tassa che vanno a riscuotere.

In particolar modo, Confcommercio dichiara che gli operatori del turismo e i Comuni con l’introduzione dell’imposta dovranno rispettare tre specifiche condizioni ossia: la destinazione della tassa ai fini della crescita turistica, la semplificazione delle procedure e l’impegno nella lotta all’abusivismo nel campo dell’accoglienza.