Parco del Mar Piccolo: nuovo passo verso The Europarc Federation

L’obiettivo finale sarà aderire a The Europarc Federation, ma intanto c’è stato un nuovo incontro per il parco del Mar Piccolo con Federparchi Europarc Italia.

Mar Piccolo, Taranto
Mar Piccolo, Taranto. Riconoscimento editoriale: Massimo Todaro / Shutterstock.com

TARANTO – L’amministrazione Melucci ha avuto un nuovo incontro con i rappresentanti di Federparchi Europarc Italia per discutere dell’area protetta del Mar Piccolo e organizzare nuovi percorsi turistici all’insegna della sostenibilità ambientale. Il nuovo incontro ha seguito la strada tracciata da quello precedente: sono state pertanto avviate le attività di certificazione dei percorsi di turismo sostenibile nel costituendo parco del Mar Piccolo, rispettando le linee guida e i punti chiave della Carta Europea del Turismo Sostenibile.

Parco del Mar Piccolo: le prospettive

Presenti l’assessore all’Ambiente Paolo Castronovi, Francesco Carlucci e Corrado Teofili di Federparchi, Gianfranco Cataldi e Massimo Zuccaro del Ciheam e gli esperti dell’Urban Transition Center. Durante l’incontro è stato definito anche un forum partecipativo in cui saranno presenti e coinvolti enti, associazioni, istituzioni e imprese, che dovrebbe svolgersi entro la fine del mese di novembre. Il secondo passo sarà l’avvio di una indagine sul mercato turistico e sulle sue opportunità, nonché sull’impatto ambientale e sociale del progetto. Lo step finale sarà l’adesione a The Europarc Federation, ovvero il più importante network europeo delle aree protette.