Maruggio. La torre Moline affacciata sul mare di Campomarino

Nella zona marina del Paese, appare una struttura antichissima che rappresenta la Torre Moline. 

0
564
Marruggio. La torre Moline

La Torre Moline si trova al centro di Piazzale Italia di Campomarino di Maruggio, il lido del Paese di Marruggio dal quale dista soltanto 2 chilometri. Si tratta di una fortificazione che si trova a circa 7 metri sul livello del mare su cui si affaccia imponente.

Il mare di Campomarino di Maruggio è un centro turistico molto frequentato. Conosciuto come mare dai sette colori, ha le spiagge più famose di tutta la Puglia.

La torre Moline fu costruita verso la fine del XVI secolo e rispetto alle altre torri esistenti sul territorio si presenta senza caditoie e beccatelli. Ha la forma tronco-piramidale, pressoché quadrangolare e viene citata in un documento di epoca spagnola.

La funzione della torre era quella di segnalare la presenza di navi sospette che sopraggiungevano dal mare e di avvisare tempestivamente il Commendatore dell’Ordine di Malta, governatore di Maruggio.

Proprio, grazie ai documenti esistenti, in particolare dal “liber mortuorum” della parrocchia, si può evincere che la torre venne utilizzata a tale scopo fino al 1800, data fino alla quale venivano registrati i decessi dei soldati posti come vedetta sulla torre.

La torre Moline che è di proprietà del Ministero delle Finanze, era strutturata al suo interno di 5 vani. Ve ne sono due sovrapposti, mentre gli altri 3 furono eliminati dal Provveditorato Opere Pubbliche di Bari.

Fino al 1980, l’opera è stata utilizzata dalla Guardia di Finanza di Manduria, come sede per i suoi uffici. Su richiesta della Capitaneria di Porto, il 18.7.1980, la Guardia di Finanza ha emesso il proprio nulla-osta per la dismissione dall’uso governativo.

Da diverso tempo, il Comune di Maruggio ha avviato l’istruttoria amministrativa per l’acquisizione della torre. Al momento non ha ricevuto alcuna risposta dai responsabili degli uffici competenti. Lo stesso è avvenuto per l’acquisizione della Torre Ovo, per la quale ha inoltrato richiesta alla regione Puglia e in particolare all’Assessore al Turismo Settore dei Beni Culturali.

 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui