TARANTO – “Senza i servizi primari la città Vecchia non rinasce e non potrà mai essere un luogo restituito alla piena normalità dove gli imprenditori rompano gli indugi e si sentano davvero incoraggiati ad effettuare nuovi investimenti e la gente torni a desiderare di abitarvi”.

E’ la denuncia della Confcommercio che dichiara che i dati di Pasqua e Pasquetta sono sicuramente interessanti, ma non si può fare a meno di sottolineare le condizioni di trascuratezza in sui si trova il centro storico che fa si che chi viene a visitarlo, debba fare le sue puntuali critiche che non offrono una buona immagine a colui che deve scegliere un luogo italiano da visitare.

Sul fascino del centro storico non si discute, con la sua ricchezza di bellezze artistiche, piene di storia e di cultura.

Il turista che viene a visitare questi luoghi ne rimane incantato e lo confermano le varie testimonianze positive alle quali, purtroppo si vanno ad aggiungere le puntuali critiche sulle carenze dei servizi essenziali che diventano un freno per lo sviluppo economico e turistico del territorio.

Le guide turistiche sono testimoni delle condizioni della città e di come essa appare agli occhi del visitatore. Stando a stretto contatto del turista conoscono bene di cosa si lamenta.

Prima fra tutte l’inciviltà che determina un disagio in coloro che vengono a visitare la città di Taranto. Ebbene, la presenza di cani che girano senza guinzaglio e anche i motorini che sfrecciano tra i passanti e questo non da un buon esempio di civiltà.

Tante sono le carenze che una buona amministrazione comunale non dovrebbe permettere, come la scarsa illuminazione in diverse zone del centro storico che può rappresentare un pericolo per il turista che camminando a piedi potrebbe incorrere in male intenzionati.
Per dare una buona immagine della città, i cassonetti dei rifiuti non dovrebbero stare a vista.
Per aiutare i turisti a muoversi liberamente per la città dovrebbero esserci maggiori segnaletiche che agevolerebbero il raggiungimento dei luoghi da visitare.

E’ questa la realtà di Taranto;Tante cose sono state fatte, ma moltissime altre se ne devono fare, perché il suo fascino pieno di storia e di tradizioni e lo scenario incantevole del centro storico non sono sufficienti a compensare il disagio di colui desidera trascorrere una vacanza, scegliendo una delle mete più belle del sud Italia.