MASSAFRA – Questa città è molto amata dai turisti e da coloro che la raggiungono dai dintorni perché presenta un connubio tra arte e natura che non è sempre semplice trovare. Ma cosa visitare a Massafra? Scopriamolo insieme passo dopo passo, dal suo centro storico, alle chiese, fino alle sue meravigliose gravine.

Le gravine di Massafra: quali sono le principali

Le gravine sono terreni calcarei molto profondi, stretti che ricadono a strapiombo verso il basso. Le gravine di Massafra sono molto alte e lunghe e presentano innumerevoli grotte completamente naturali, mentre altre sono state edificate nei secoli in modo artificiale dagli abitanti della zona. Tra le gravine più suggestive c’è quella della Madonna della Scala dove è presente anche l’omonimo santuario. La gravina è lunga quattro chilometri ed è profonda ben 40 metri. 

Ci sono altre gravine però da visitare come quella di San Marco, e la gravina del Petruscio dove è possibile scoprire i resti di alcune chiese di tipo rupestre, ma anche ipogei con delle fortificazioni, e zone che testimoniano la presenza degli uomini sin dal periodo della preistoria, gli altri invece sono stati realizzati durante il periodo alto medioevale. 

Alla scoperta del castello di Massafra

Tra cosa visitare a Massafra c’è senza ombra di dubbio il suo bellissimo Castello. Questo è un edificio che domina sulla gravina di San Marco, e che vede probabilmente la sua prima costruzione nel 970 dopo cristo. La struttura che si vede oggi è stata ristrutturata diverse volte, e oggi si presenta con una fortificazione intorno al nucleo centrale, e al suo interno è possibile visitare il Museo Civico Storico Archeologico della civiltà dell’olio e il vino. 

Alla scoperta delle Chiese di Massafra

Massafra è una città ricca di chiese. Come accennato una delle più belle e antiche è sicuramente il Santuario della Madonna della Scala che si trova nella gravina omonima e che per essere raggiunta prevede che si percorrano ben 125 scalini. La chiesa ha una facciata in stile barocco e all’interno affreschi tra i quali quello dedicato proprio all’Icona della Madonna della Scala.

Il secondo santuario da visitare è quello della Madonna di tutte le Grazie, questo è stato costruito nella zona sud della gravina tra il 1648 e il 1655. Secondo quanto riportato da un racconto questa è intitolata alla Madonna perché questa apparse in zona prima ancora della costruzione del santuario che venne poi fatto erigere dal vescovo di Mottola.

Molto bella anche la chiesa che risale al 1720 ed intitolata a Cosma e Damiano. Questa chiesa ogni anno prevede la partenza di una processione dalla quale vengono portate poi le statue dei due santi percorrendo le varie vie della città. 

La chiesa di San Lorenzo invece è uno dei simboli di Massafra, questa infatti sovrasta la città con la sua enorme cupola. I lavori della chiesa sono iniziati nel 1853 per terminare durante il 1931. Al suo interno è possibile scoprire innumerevoli tele artistiche e anche statue di pregio.

I principali edifici civili da visitare a Massafra

Infine, oltre alle chiese e alle gravine quando si deve visitare Massafra ci sono anche delle strutture civili da vedere assolutamente come la sede del Municipio che si trova in Piazza Garibaldi e che offre anche una bellissima Torre dell’Orologio, che si presenta alta ben 22 metri ed è considerata uno dei simboli della città.

Il centro storico di Massafra invece è tutto da vivere, questo è magnifico per la presenza di case, piazze e chiese antiche. La sua bellezza ha conquistato anche il regista Pierpaolo Pasolini che scelse di girare alcune pellicole del Vangelo secondo Matteo.