Manduria. Inchiesta dei Carabinieri. Un centinaio le patenti incriminate

Dal 2014 erano state avviate dai Carabinieri di Manduria delle indagini dopo un controllo di un pregiudicato che aveva esibito una patente nuova.

Gli accertamenti hanno permesso di risalire a un’organizzazione che rilasciava patenti di guida anche di mezzi pesanti a individui che non avevano mai frequentato regolarmente, dietro onerosi compensi.
Ora gli incriminati hanno presentato ricorso, ma la Cassazione lo ha respinto.
E’ stata confermata la condanna del giudice dell’udienza preliminare del Tribunale di Lecce, Carlo Cazzella che li riteneva responsabili di avere preso parte ad un giro di patenti false rilasciate, dietro compenso, con la complicità di un funzionario della Motorizzazione civile di Taranto.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy