Laterza. Palazzo Marchesale proprietà degli antichi feudatari

Il Palazzo Marchesale di Laterza fece parte del Principato di Taranto nel 1393 data leggibile su uno dei capitelli posti all’ingresso.

Si tratta di una costruzione di proprietà del Comune che oggi ospita il Museo della Maiolica di Laterza.

Lo troviamo nel centro storico di Laterza e nel tempo è stato proprietà di due famiglie: I D’Azzia di Napoli e i Perez Navarrete della Spagna.

Il Castello Marchesale si erge su due piani; Sia la facciata principale che quella posta ad est sono in ottime condizioni essendo state rimaneggiate diverse volte. La facciata posta a sud è ricca di motivi architettonici rinascimentali e si presenta con un balcone dal quale il marchese comunicava alla popolazione le sue leggi.

La facciata posta a nord è caratterizzata da finestre con inferriate, attraverso cui la luce entrava per illuminare le prigioni del palazzo. Sulla facciata posta ad est sono presenti due porte e un portone che conducono nell’attuale sala del museo della maiolica (MUMA). L’altra sala è adibita alle mostre e alle conferenze. E’ chiamata “Cavallerizza”. Nel  cortile interno è possibile ammirare l’affresco di Sant’Anna e numerosi balconcini interni.

Per un lungo periodo il feudo di Laterza è appartenuto al Principato di Taranto e in particolare dal 1292 al 1463. Venne voluto dai feudatari come castello difensivo dai centri abitati vicini e in particolare da Castellaneta e Matera.

Fu nel 1546 che Giovanni Battista I D’Azzia diventò il marchese di Laterza e decise così di costruire sul vecchio castello l’attuale palazzo come residenza della famiglia. Del vecchio castello rimase un tratto di fossato, le mura rivolte a nord e un cunicolo che conduceva dai sotterranei del castello alla gravina in caso di pericolo.

Dopo I D’Azzia anche i Perez Navarrete tennero alto il prestigio del Castello e contribuirono alla sua cura. In omaggio alla moglie Anna Capece, fu realizzato un affresco nel cortile interno che raffigurava Sant’Anna.

Dopo il 1806 il palazzo divenne proprietà di diversi privati fino ad essere ceduto definitivamente nel 1986 al comune di Laterza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy