Camminare velocemente per mantenere in forma cervello, cuore e polmoni

SALUTE E BENESSERE – Camminare velocemente a passo spedito aiuta a mantenersi giovani e migliora la salute del nostro cervello, dei polmoni e del cuore. E’ questo il risultato di uno studio Statunitense effettuato dalla Duke University e pubblicato sulla rivista Jam Network Open.

Il passo veloce durante la camminata aiuta soprattutto nella mezza età

Secondo lo studio misurare la velocità della camminata, dopo i 45 anni, potrebbe aiutare a misurare la velocità delle attività cerebrali in età più avanzata. Esiste quindi una relazione tra la velocità del passo e la velocità con cui il nostro cervello sarà in grado di elaborare le informazioni.

Il motivo di questa relazione è presto spiegato, con una camminata a passo veloce si migliora la salute di cuore e polmoni, quindi, in generale si va a migliore l’efficienza cardiorespiratoria migliorando la risposta dei muscoli, la reazioni agli stimoli e la resistenza.

L’osservazione dello studio

100 pazienti di età compresa tra 44 e 45 anni, nati quindi tra il 1972 e il 1973 sno statti osservati camminando sulla strada a passo abituale.

Tutti i partecipanti hanno poi eseguito una risonanza magnetica per rilevare segni precoci di decadimento cognitivo.

Nelle persone con passo lento sono stati rilevati i segni di più veloce invecchiamento. La relazione impone quindi di muoversi più velocemente e di regolare l’attività fisica per migliorare anche la salute del nostro cervello.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

POTREBBE INTERESSARTI
Cambia impostazioni privacy