Distanza nei bus: intervento di Kyma Amat a Taranto

Le nuove disposizioni per garantire la salute dei lavoratori

24 Autobus a Taranto contro l'inquinamento ambientale

TARANTO Kyma Amat ha dato nuovi disposizioni per i conducenti e per chi deve comunque utilizzare gli autobus per motivi di lavoro.

Secondo il presidente di Kyma Amat Giorgia Gira, sarà il conducente a verificare quante persone ci sono sul mezzo. In più, l’autista può rifiutarsi di prendere altre persone a bordo. Infatti, questo serve per garantire il giusto distanziamento. Infine, compito dell’autista sarà informare un collega e chiamare il passaggio di un secondo mezzo per non lasciare i cittadini a piedi.

Se il passeggero si rifiuta di accettare le disposizioni, allora l’autista può chiedere aiuto alle Forze dell’Ordine. Il servizio resterà comunque garantito su tutte le corse. Per maggiori informazioni, ci si può rivolgere alla chat a lato sul sito del Comune di Taranto, oppure sul sito ufficiale di Kyma Amat.

“Il trasporto pubblico locale è un servizio essenziale, per continuare a garantirlo anche in questo particolare momento dobbiamo rispettare poche, ma essenziali, regole. Limitiamone l’uso alle sole ragioni ormai note, ossia lavoro, salute e sussistenza, e abbiamo la pazienza di saltare una corsa se verifichiamo, anche da soli, che ci sono troppe persone a bordo”. Così ha spiegato l’assessore alle Società Partecipate e vicesindaco Paolo Castronovi.