Castellaneta: sequestro di grano per pirateria agroalimentare

Il sequestro a Castellaneta è avvenuto dopo la segnalazione pervenuta al Comando della Guardia di Finanza che ha eseguito l'intervento ispettivo.

sequestro di grano per pirateria agroalimentare

CASTELLANETA – A Castellaneta è stato effettuato un sequestro di grano per pirateria in campo agroalimentare.

L’operazione è stata condotta da parte della Guardia di Finanza della tenenza della città di Castellaneta.

Oltre 105 tonnellate di grano sono state sequestrate in varie regioni d’Italia nel corso di un’operazione condotta in collaborazione con la Società Cooperativa di Interesse Collettivo Agricolo il Siscasov.

Grazie al Sicasov è stato possibile effettuare degli accertamenti preliminari e informazioni che sono state fornite come ente che tutela i diritti di proprietà intellettuale su diverse varietà vegetali.

Dopo di ché sono state inviate mirate segnalazioni ai Comandi Provinciali interessati che hanno dato corso a degli interventi ispettivi.

Nel corso dei controlli sono anche emerse diverse ipotesi di illecito quali l’uso di semi senza una certificazione e vendita di varietà di grano protette senza assolvere agli obblighi relativi.

Attualmente sono cinque le persone segnalate alle competenti Procure per l’Ipotesi di reato di fabbricazione e di commercio di beni di titoli di proprietà industriale.