Palagiano: condannato un caporale per riduzione personale in schiavitù

Un caporale bulgaro di 35 anni ha schiavizzato un bracciante agricolo in campagna a Palagiano. Condannato dalla Corte d'Assise di Taranto. 

0
65
51 persone arrestate in un blitz contro il caporalato in Puglia

PALAGIANO – La Corte d’assise di Taranto ha condannato a 10 anni di reclusione il caporale bulgaro che ha schiavizzato un bracciante agricolo nelle campagne di Palagiano.

I giudici hanno riconosciuto come il cittadino bulgaro fosse colpevole dei reati di schiavitù, lesioni ai danni di un suo connazionale.

L’accusa ha affermato che il caporale è stato ferito con un coltello, è stato picchiato e costretto a dormire su un divano pieno di pidocchi. I giudici hanno disposto il risarcimento per il bracciante che si è costituito come parte civile.

Il condannato dovrà corrispondere una provvisionale pari a 10 mila euro. 

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui