Taranto: 20 euro per un voto. Sotto inchiesta l’ex consigliere del comune Filippo Illiano

L'ex consigliere di Taranto, potrebbe essere implicato nell'inchiesta Tabula Rasa. Avrebbe infatti "pagato" per ottenere voti alle amministrative del 2017. 

0
115
tabula rasa taranto

TARANTO – Secondo gli inquirenti Illiano con i fratelli Sambito avrebbero fatto un patto per lo scambio di favori elettorali. L’accusa fatta contro l’ex consigliere comunale, sarebbe emersa durante le indagini dell’inchiesta Tabula Rasa, che ieri ha portato all’arresto di 11 persone.

L’ex consigliere Illiano avrebbe collaborato chiedendo al clan di trovare persone votanti, che sarebbero state pagate 20 euro per ogni voto accordato. Il clan avrebbe collaborato con il consigliere durante le amministrative di giugno del 2017, e promesso in cambio di voti: posti di lavoro per il clan, oppure restituzione del denaro speso per pagare gli elettori corrotti, in caso di mancata elezione. 

Gli investigatori hanno potuto accertare questa dinamica verificando i movimenti e le attività di Claudio Pugliese, che su comando dei Fratelli Sambito, teneva un elenco che veniva aggiornato costantemente di tutti i residenti ai Tamburi aventi diritti al voto.

Al momento il consigliere Illiano è indagato per scambio elettorale a stampo mafioso.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui