Camera di Commercio Taranto: convegno per le imprese

Convegno per le imprese organizzato dalla Camera di Commercio Taranto

Camera Commercio Taranto

TARANTO – Interessante convegno organizzato dalla Camera di Commercio Taranto alla presenza del Commissario Straordinario della Camera di commercio di Taranto, onorevole Gianfranco Chiarelli, ed del Segretario generale dell’Ente, Dottoressa Claudia Sanesi.”Garanzia, credito e incentivi regionali. Opportunità per PMI e professionisti” è il titolo dell’incontro organizzato nella città ionica.

Confcommercio Taranto: ecco il convegno

Prende subito la parola Chiarelli con una analisi sulle aziende al giorno d’oggi. L’onorevole inoltre comunica un prossimo seminario su finanziamenti e agevolazioni per rilanciare il settore intero. “Oggi il sistema camerale ha ripreso ad affrontare l’argomento sia sotto il punto di vista del classico sostegno alla iniziativa d’impresa; ne sono esempio i tanti voucher per facilitare l’accesso al credito messi in campo negli ultimi anni – sia per quanto riguarda l’educazione all’utilizzo di incentivi ed agevolazioni. A fine mese proprio qui organizzeremo un seminario su finanziamenti e agevolazioni come “puntata zero” di una serie di azioni utili a favorire il rilancio dei settori. Azioni che ricomprendono anche la prevenzione della crisi”.

LEGGI ANCHE – Confcommercio Martina Franca: “mercato merita giusto valore”

Sempre l’onorevole Chiarelli dice “Stamani la presenza del Confidi, della rappresentanza datoriale, dei professionisti e della Regione Puglia nella casa delle imprese è significativa in tal senso: si tratta, come evidente, di un ecosistema in cui ognuno fa la sua parte ma che non funziona se vien meno anche soltanto uno degli ingranaggi. Al centro di questo ecosistema c’è l’impresa che, non dimentichiamolo, deve essere la nostra ispiratrice e deve sempre restare il nostro obiettivo”. Questa la conclusione del suo intervento che nella seconda parte si è fossilizzato sull’ecosistema d’impresa, punto cardine e obiettivo primario.

Secondo il Segretario generale: “Nel 2022 l’impegno sarà ancora più intenso: conoscersi, autovalutarsi, formarsi. Su questo intendiamo accompagnare le nostre imprese. Non solo contributi, dunque, che pure ci saranno, ma qualcosa di più complesso di cui fa parte anche la prevenzione della crisi”. Claudia Sanesi traccia la strada verso il 2022. Secondo il segretario, occorre impegnarsi maggiormente per prevenire le eventuali crisi dietro l’angolo.