Ex Ilva, a Milano ricorso contro l’assoluzione

La vicenda riguarda la gestione Riva

0
48
Ilva Taranto

MILANO – I Pm di Milano hanno fatto ricorso contro l’assoluzione di Fabio Riva per l’ex Ilva. Secondo i procuratori, infatti, per 5 anni i Riva avrebbero preferito ritirare il denaro invece di fare le bonifiche necessarie.

I fatti risalgono al periodo 1995-2012. Per quei fatti, il gup del primo grado ha sentenziato “Il fatto non sussiste”, ma i procuratori milanesi non ci stanno. Infatti, hanno deciso di impugnare il provvedimento.

Secondo la Procura milanese, se quel denaro fosse stato investito, anche se in parte mandato all’estero con trust, non ci sarebbero state le note vicende giudiziarie.

“dal ragionamento del giudice (…): è lecito per l’imprenditore rubare purché lo faccia per tempo e in modo da non far andare a gambe per aria la società, il che è all’evidenza l’esatto contrario della posizione indiscussa della giurisprudenza in materia fallimentare” hanno spiegato i Pm.

Infatti, secondo sempre i Pubblici Ministeri di Milano, la somma trovata nei trust è esattamente quella che per legge doveva essere usata per bonificare l’area dell’ex Ilva. Ora, la palla passa in Appello.

LASCIA UN COMMENTO

Per favore inserisci il tuo commento!
Per favore inserisci il tuo nome qui