Sociale: Rotary Club Massafra per carcere

L'iniziativa rientra tra le attività sociali dell'associazione che si occupa dei più deboli

sociale
Riconoscimento editoriale: Mariella Eloisia Orlando / Rotary Club Massafra

TARANTO – Il Rotary Club Massafra ha portato avanti una nuova iniziativa nel sociale nel territorio jonico.

Il progetto ha come titolo “Essere in famiglia in carcere”. L’inaugurazione si è tenuta oggi, alle ore 11.00, presso la casa circondariale di Taranto.

Infatti, l’obiettivo di questa attività per il sociale è creare un luogo di incontro protetto tra i genitori detenuti e i propri figli. All’evento sono stati presenti anche il governatore del distretto 2120 Sergio Sernia e la presidente del Rotary Club Massafra Rosanna Rossi.

Queste iniziative sociali seguono l’incontro tenutosi a Palazzo Lazzaro a Massafra a Febbraio 2020. Infatti, l’incontro era dedicato a “L’esperienza in carcere: tra sanzione e rieducazione. Lo sportello genitoriale”.

A quell’incontro era stata presente anche la direttrice del carcere jonico Stefania Baldassarri.

“Il regime penitenziario regola ogni aspetto della quotidianità. Ad ogni detenuto è riservato un trattamento individualizzato che tiene conto di molteplici aspetti tra cui istruzione, religione, sport, attività ricreative”.

Così aveva spiegato la direttrice in quell’incontro. Ora genitori e figli possono vedersi in un ambiente protetto, ideale per vivere un momento di affetto anche se tra le mura carcerarie.

Infatti, la rieducazione passa anche da questi piccoli gesti di solidarietà e danno una “spinta” a cambiare vita.