UE Horizon: Kyma Mobilità invia candidatura BRT

I BRT, ovvero i Bus Rapid Transit, sono stati candidati al progetto UE Horizon da parte di Kyma Mobilità: si tratta di un progetto innovativo e sostenibile.

brt
Riconoscimento editoriale: Pagina Facebook di Ecosistema Taranto

TARANTO Kyma Mobilità ha candidato le BRT (Bus Rapid Transit) al progetto UE Horizon, finalizzato all’ottimizzazione e al rafforzamento del trasporto di masso a impatto ambientale zero, nell’ottica di sostenere lo sviluppo di un “sistema di transito rapido di nuova generazione con autobus urbani e suburbani a trazione full electric“. Il progetto UE Horizon è infatti il nuovo programma basato sulla ricerca e sull’innovazione, con lo scopo di ottenere entro il 2050 il primo sistema di trasporto su strada a impatto ambientale zero.

Obiettivo: innovare ulteriormente le BRT

All’Associazione Internazionale del Trasporto Pubblico spetterà scegliere e selezionare i casi studio europei, per poi realizzare delle Demo in circa 5 città europee differenti e 1 internazionale in modo tale da scoprire e trovare soluzioni innovative di trasporto a emissioni zero. La presidente di Kyma Mobilità, Avv. Giorga Gira ha affermato che se le BRT saranno selezionati dall’UITP, “grazie a questo progetto potremo implementare nelle nostre BRT ulteriori tecnologie innovative come ad esempio big data, cloud computing e intelligenza artificiale, che ci consentiranno di aumentare ulteriormente velocità, puntualità e regolarità del servizio”.