Renato Perrini propone soluzioni per l’ospedale

Renato Perrini commenta i lavori dell'Ospedale di Taranto

Renato Perrini
Renato Perrini

TARANTO – Il consigliere regionale Renato Perrini rilascia un comunicato alla stampa in cui parla del nuovo ospedale in costruzione a Taranto e rilancia alcune idee.

Renato Perrini sull’ospedale di Taranto

“Finalmente la facciata esterna dell’ospedale Moscati si rifà il look. Non solo più bella, ma più efficiente anche sul piano energetico. Sono particolarmente soddisfatto anche perché fin dalla passata legislatura ho pressato, non poco, il governo regionale per raggiungere questo risultato. Però è chiaro che questi lavori potrebbero creare qualche problema di rallentamento dei servizi sanitari offerti, credo che sia opportuno fin d’ora cercare soluzioni, nella consapevolezza che l’ospedale San Cataldo di Taranto non sarà pronto prima dei prossimi tre anni.
Una di queste potrebbe essere quella di trasferire nei poliambulatori di Statte e Crispiano, che ci sono e sono anche ampi, qualche servizio che momentaneamente al Moscati non può essere offerto a causa del cantiere. Così facendo utilizzeremmo anche delle strutture sanitarie, dotate già di personale (anche se andrebbe potenziato), che non possono rimanere sottoutilizzate. In questi ambulatori si potrebbero fare anche screening di prevenzione tumori proprio per le due città a ridosso della zona più inquinata del territorio. Nei giorni scorsi ho incontrato la direzione sanitaria della Asl, ho già presentato una richiesta che, se accolta, potrebbe permettere un utilizzo sanitario ad ampio spettro di strutture, macchinari e personale già operatavi”. Queste le idee del presidente di commissione criminalità organizzata in Regione Puglia.

LEGGI ANCHE – Nuovo ospedale Taranto: Fdi “Emiliano designa nomine